Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Camera di Commercio di Cagliari - Verifica Periodica



venerdì 3 aprile 2020


Men¨ principale



Diritto Annuale

verifichePA


Fatturazione Elettronica



Verifica Periodica

Bollino Verde - Verifica periodica

La verifica periodica consiste nel controllo metrologico legale, effettuato sugli strumenti di misura/pesatura dopo la loro messa in servizio e utilizzati negli scambi commerciali e/o di interesse, nel rispetto della tutela della fede pubblica.

 

Ciò al fine di verificare se mantengano, nel tempo, le caratteristiche di conformità alle disposizioni della normativa in materia (D.M. n. 93 del 21 aprile 2017).

 

Gli strumenti di cui al punto precedente devono essere ripresentati a verifica periodica entro la data di scadenza della precedente verifica ed ogni qualvolta, per necessità di manutenzione, vengano rimossi i sigilli metrici di legalizzazione.

 

Tale verifica è da effettuarsi secondo la periodicità indicata nella seguente tabella:

CATEGORIA PERIODICITA'
Strumenti per pesare 3 anni
Complessi di misura per carburanti 2 anni
Misuratori di volumi di liquidi diversi da carburanti e dall’acqua 4 anni  
Misuratori Massici di gas metano per autotrazione 2 anni
Strumenti per la misura di lunghezze, compresi i misuratori di livello dei serbatoi 4 anni
Strumenti diversi da quelli precedenti secondo le indicazioni del Ministero

 

   

 

La verifica periodica, attualmente, può essere effettuata dai laboratori abilitati, che possono essere visti nel sito di Unioncamere :

 

http://www.metrologialegale.unioncamere.it

 

La verifica periodica, attualmente, può essere effettuata anche dai laboratori provvisoriamente abilitati, tra i quali, alcuni presenti in Sardegna, fino a tutto il mese di giugno 2020, che possono essere visti nella seguente pagina del  sito di Unioncamere:  

 

http://www.metrologialegale.unioncamere.it/upload/file/-organismi%20DL%2034.pdf

 

Elenco dei laboratori abilitati alla verifica periodica in Sardegna

 

 

Metron Lab srl

tel. 0703511716

bilance e distributori di carburante

F.lli Corona

tel. 078123007

bilance

Trend Oil tel. 07022300 0650652527

distributori di carb

 

 Aggiornato al 23/09/2019

 

Agli strumenti che sono risultati positivi alla verifica periodica, viene apposto dall’Ufficiale Metrico un bollino verde autoadesivo e distruttibile al tentativo di rimuoverlo (vedasi immagine del bollino nella presente pagina, in alto a sinistra). 

 

Il bollino riporta:

 

- il logo del soggetto che ha effettuato la verifica

- l’anno e il mese di scadenza della verifica periodica

- l'indicazione della ditta

- il codice identificativo

 

Per gli strumenti riconosciuti difettosi, alla verifica periodica, viene rilasciato un ordine di aggiustamento, con l’indicazione del difetto e l’obbligo di non utilizzare lo strumento sino a formale ripresentazione a verifica e dopo aver eseguito la messa a norma dello stesso, da parte di una officina di assistenza autorizzata. 

 

Per la vendita al dettaglio le bilance utilizzate devono rispondere a dei valori di precisione, specifici della tipologia di prodotti da pesare:

 

a) per i prodotti di ortofrutta, pane, cereali, mangimi, ferramenta e affini, la bilancia deve avere una divisione non superiore a 5 g;

b) per i prodotti di macelleria, salumi, formaggi, gastronomia, pasticceria, prodotti ittici e affini, la bilancia deve avere una divisione non superiore a 2 g;

c) per le spezie, erbe officinali, tartufi e affini, la bilancia deve avere una divisione  non superiore a 1 g. 

 

Tali valori, sono previsti dai DD.MM. 25 febbraio 1982 e 15 marzo 1982 Regolamenti attuativi della Legge 5 agosto 1981, n. 441.            

                                                             

Nel caso di messa in servizio di uno strumento già munito del contrassegno di verifica periodica, e non scaduto, o nuovo, l’utente dovrà comunicare all’Ufficio Metrico l’indicazione dell’ubicazione e dei dati di targa di riferimento (art. 8 comma 1 - lettera a, D.M. 93/2017).