Camera di Commercio di Cagliari - Sanzioni e contenzioso



mercoledì 13 dicembre 2017




Diritto Annuale

Atti Depositati

verifichePA


Fatturazione Elettronica



Sanzioni e contenzioso

L'ordinamento vigente prevede l'applicazione di sanzioni amministrative a carico di chi viola determinate prescrizioni di legge allo scopo di colpire e dunque scoraggiare comportamenti potenzialmente dannosi per il cittadino, salvaguardando interessi collettivi rilevanti, quali, ad esempio, la pubblicitÓ delle imprese, la correttezza commerciale e in generale la verifica del rispetto delle normative sul commercio, la sicurezza dei prodotti etc.

L'art. 20 del D.lgs 31.3.98 n. 112 ha disposto il trasferimento alle Camere di Commercio delle funzioni precedentemente esercitate dagli UU.PP.I.C.A - Uffici Provinciali dell'allora Ministero dell'Industria, il Commercio e l'Artigianato - ivi comprese quelle relative all'irrogazione di sanzioni amministrative.

In Sardegna, in attuazione dell' art 56 dello Statuto regionale, solo con l'entrata in vigore del D.Lgs 23.05.2003 n. 127 si Ŕ verificato il passaggio definitivo delle attribuzioni giÓ esercitate dagli UU.PP.I.C.A. alle Camere di Commercio e la contestuale soppressione di detti Uffici.

L'Ufficio Sanzioni svolge appunto le funzioni sanzionatorie dell'ex U.P.I.C.A., ed Ŕ pertanto l'organo che procede all'irrogazione delle sanzioni amministrative in caso di accertata violazione di determinate normative, in materia commerciale e industriale rientranti nella propria competenza, da parte di operatori economici ai quali sia stato contestato o notificato un illecito amministrativo tramite apposito processo verbale(Legge 24/11/1981 n. 689).

Pi¨ precisamente, l'Ufficio Sanzioni della Camera di Commercio Ŕ l'autoritÓ competente a ricevere i verbali di accertamento redatti e trasmessi dagli organi di vigilanza (quali Polizia Municipale, Carabinieri, N.A.S., Polizia di Stato, Guardia di Finanza ed altri, tra cui l'Ufficio accertamento violazioni amministrative della Camera di Commercio) ai sensi dell'art. 17 della Legge 689/81, cioŔ quelli per i quali non sia stato effettuato, entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione, il pagamento in misura ridotta da parte dell'interessato (che interrompe il procedimento).

L'Ufficio Ŕ anche competente a ricevere gli eventuali scritti difensivi della parte sanzionata (da presentarsi entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione della violazione), la quale ha facoltÓ di chiedere di essere sentita personalmente.

A conclusione del procedimento l'Ufficio pu˛ emettere un'ordinanza - ingiunzione con la quale ordina al trasgressore il pagamento di una somma di denaro a titolo di sanzioni amministrativa oppure, nel caso non vi siano le condizioni per procedere, un'ordinanza di archiviazione.

á

N.B. L'Ufficio non Ŕ competente a esaminare e ricevere gli scritti difensivi, istanze, ricorsi in materia di diritto annuale e sanzioni tributarie . Tali atti dovranno essere inviati ai recapiti dell'Ufficio diritto annuale (v. Sezione contatti)

Pagine Correlate